Monte Duria

Monte Duria


Peglio oltre i 1000 m oltre i 10 Km 2-4 ore

Come arrivare
Per raggiungere Bodone in automobile dall’Alto Lario: percorrere la SS 340dir Regina fino a Gravedona ed Uniti, svoltare a destra sulla Provinciale 4 per Peglio, Livo e Dosso del Liro (arrivando da Dongo svoltare a sinistra), continuare per 2,5 Km fino a raggiungere il bivio, girare a destra seguendo le indicazioni per Peglio. Attraversare Peglio e alla fine dell’abitato svoltare sulla sinistra subito dopo l’Oratorio della Madonna di Gorghiglio, seguendo una stradina asfaltata con l’indicazione per l’Agriturismo Zertin. Proseguire fino alle baite di Bodone (1113 m) dove si trova un parcheggio. Nota bene: per arrivare in auto fino a Bodone è necessario munirsi del biglietto di accesso giornaliero (€ 1,00), acquistabile presso il municipio di Peglio tramite una emettitrice automatica e da apporre ben visibile sul cruscotto dell’auto. La strada presenta numerosi tornanti ma è asfaltata.

Situato al centro del comprensorio altolariano, il Monte Duria (2.264 m s.l.m.) è uno straordinario balcone panoramico a 360° verso il Lago di Como, verso le sue cime e le sue vallate selvagge, verso la Valtellina, le Alpi e la catena delle Orobie.

Percorso
All’ingresso del parcheggio si prende a sinistra il sentiero segnato che risale il ripido pendio fino all’Alpe Motta (1406 m), per poi seguire l’ampia dorsale erbosa che porta all’anticima e poi alla vetta del Monte la Motta (1515 m), dov’è posta una croce lignea con altare in pietra. Si scende dal lato opposto e si arriva alla Sella di Paregna (1468 m). La Sella di Paregna è raggiungibile anche attraverso un altro percorso: prima di arrivare al parcheggio di Bodone si imbocca a sinistra una carrozzabile, si continua fino alla sbarra di divieto d’accesso e poi si prosegue a piedi per una traccia che conduce alla sella.
Dalla Sella di Paregna si sale a sinistra lungo il ripido crestone erboso e si supera una lunga e faticosa serie di dossi, finché si raggiunge un avvallamento pieno di massi da aggirare ai lati, sotto la bastionata del monte.
Giunti ad un masso con la scritta “Duria”, si gira a sinistra risalendo di traverso un erto canale roccioso. Sotto la vetta si lascia il canale e ci si piega a sinistra su una cengia leggermente esposta ma segnalata che continua sotto cresta. Dopo l’ultimo tratto su alcuni spuntoni di roccia instabili si raggiungono i due ometti della cima del Monte Duria. Da qui si ammira un panorama incantevole sul Lario e sulle numerose montagne circostanti.
Si rientra per la medesima via di salita.

Punti d’appoggio
Lungo il percorso che porta alla vetta non ci sono punti ristoro o rifugi. Possibilità di ristoro e alloggio prima di Bodone:
- Agriturismo Zertin – Via ai Monti, Peglio - +39 331 6505822/+39 338 1759775 - www.agriturismozertin.com – Aperto da marzo a fine ottobre

Note
L’escursione al Monte Duria è di tipo EE, prevede una salita ripida e alcuni passaggi su roccette (prudenza in presenza di neve, necessari ramponi e picozza). Nel tratto finale facile e breve arrampicata di I livello.

Avvertenze
Consultare il bollettino meteo prima di iniziare l’escursione.


Dati percorso

Punto di partenza Bodone - PEGLIO
Punto di arrivo Monte Duria
Quota massima 2264 m
Dislivello 1150 m
Lunghezza 11 Km
Tempo di percorrenza 3h per la salita
Difficoltà Difficile
Terreno Traccia segnata e roccette
Periodo consigliato Maggio - ottobre

Scarica tracciato GPX