Passo San Jorio da Brenzeglio

Passo San Jorio da Brenzeglio


Dongo | Garzeno oltre i 1000 m oltre i 10 Km 2-4 ore

Come arrivare
Per raggiungere il Santuario di Quang in automobile: percorrere la SS 340dir Regina fino a Dongo, alla rotonda prendere la SP 5 che porta a Stazzona, Germasino e Garzeno. Arrivati a Garzeno, al primo tornante continuare dritto per Via San Jorio fino ad arrivare ad un bivio, prendere la strada a destra seguendo le indicazioni per Santuario di Quang e Brenzeglio. Proseguire per la strada stretta ma asfaltata fino al santuario e parcheggiare.

Attraversato fin dall’epoca romana, il Passo San Jorio (2.014 m s.l.m.) collega l’Alto Lario alla svizzera Val Mesolcina. La strada che porta al passo costituiva un’importante via di comunicazione nei secoli scorsi, da qui passavano le merci in transito verso l’Europa Continentale e viceversa. L’escursione si snoda nell’incontaminata Valle Albano, un patrimonio unico di biodiversità.

Percorso
Dal santuario si continua lungo la strada carrozzabile che, con scarsa pendenza, conduce a Brenzeglio attraversando un castagneto. All’inizio dell’abitato è presente una fontana e il bivio che indica a destra il sentiero per il Rifugio Il Giovo e il Rifugio San Jorio. Si seguono le indicazioni per i due rifugi e si inizia a salire nel bosco per una sterrata, scorgendo i tipici edifici rurali della Valle Albano, i "Masun".
Si prosegue con l’ascesa sulle pendici erbose del Monte Cortafon, sul lato destro della Valle Dongana, fino ad arrivare ai Monti di Ciaccio (1020 m) e successivamente alle case di Piazza Cavada (1175 m). Da qui il percorso diventa più ripido e con una lunga serie di tornanti si raggiunge il Dosso di Brento (1435 m), alla cui sommità, in leggera salita, si trova l'Alpe di Brento (1461 m), dove sorge una malga.
Oltrepassata l’alpe, si sale per il sentiero che, con regolare pendenza, porta alla sella del Motto di Paraone, tra le due Valli di San Jorio e Albano, dove è situato il Rifugio Il Giovo (1714 m, chiuso).
Lasciando a destra il rifugio, si imbocca la sterrata che proviene dalla Bocchetta di Germasino e si continua fino ad un bivio, dove si prende la via a destra, seguendo le indicazioni per il Rifugio San Jorio. La strada alterna tratti sterrati ad altri lastricati e sale con scarsa pendenza; lungo il percorso si possono notare dei pannelli informativi del Parco della Valle Albano.
Oltrepassando diversi ruscelli e un paio di tornanti finali, dopo circa 50 minuti di cammino dal Rifugio Il Giovo si giunge al Rifugio San Jorio (1980 m), ex caserma della Guardia di Finanza. Si lascia alla sinistra il rifugio e si continua per il ripido sentiero sterrato che porta, dopo pochi passi, al Passo San Jorio. Dal valico si gode un panorama meraviglioso che spazia dall’Alto Lario alla Valtellina, al Lago Maggiore, alle Alpi Svizzere, al Monte Rosa e al Cervino.
Poco distante dal passo sorge la Chiesetta di San Jorio (2040 m), dedicata all’eremita.
Si rientra per la medesima via di salita.

Punti d’appoggio
- Rifugio San Jorio (1980 m) – Loc. Germasino, Comune di Gravedona ed Uniti - +39 349 7279924/+39 0344 30539 - www.rifugiosjorio.it – Aperto da metà giugno a metà settembre, da metà settembre a fine ottobre solo sabato e domenica

Note
Dal santuario si può proseguire in auto in direzione di Brenzeglio ma i posti in cui è possibile lasciare la vettura sono limitati (2 slarghi al lato della carreggiata per un totale di 5-6 automobili); pertanto si consiglia di parcheggiare l’auto nel parcheggio antistante il santuario e procedere a piedi.

Avvertenze
Consultare il bollettino meteo prima di iniziare l’escursione.

Dati percorso

Punto di partenza Santuario di Quang - GARZENO
Punto di arrivo Passo Sant'Jorio
Quota massima 2014 m
Dislivello 1150 m
Lunghezza 16 km
Tempo di percorrenza 3h30 per la salita
Difficoltà Media
Terreno Strada asfaltata e sterrata
Periodo consigliato Maggio - ottobre