Chiesa di San Rocco

Chiesa di San Rocco


Chiese Colico

La piccola chiesa sorge sulle pendici del monte Legnone, in una zona boscosa a circa 500 metri d'altitudine, quasi a metà strada tra i due torrenti che attraversano il territorio di Colico e che sfociano nel Lario: il Perlino e l'Inganna.
La località sembra che non sia mai stata abitata in forma permanente, però da qui passava uno dei percorsi che collegava i paesi della sponda orientale del Lario con le valli del nord e le ricche città d'Oltralpe. Questa antica via è stata riscoperta e riattivata alcuni anni fa col nome di Sentiero del Viandante, ed è oggi molto frequentata da amanti del trekking, della natura e della storia. Il tempietto, che fungeva anche da ristoro per viandanti e pellegrini, era dedicato originariamente a San Sebastiano martire, in seguito a San Rocco, invocato protettore contro la peste e le calamità naturali. Possiamo ipotizzare che sia stato costruito in seguito a un voto al santo come ringraziamento per aver protetto la comunità o come pegno per proteggerla dal contagio della peste. L’impianto romanico dell'edificio, ampliato e rimaneggiato nei secoli successivi colloca la sua costruzione nel XV secolo, anche se la documentazione scritta sull'antica chiesa di San Sebastiano inizia solo dal 1582. Il tempietto contiene sulle pareti alcuni pregevoli affreschi cinquecenteschi: il Martirio di San Sebastiano e l'Ultima Cena. Inoltre, vi è una sinopia che raffigura S. Rocco e S. Sebastiano in piedi a fianco della Vergine e la Trinità. Gli affreschi più antichi, del XV secolo, sono nell'abside, al centro la figura del Cristo Pantocratore all’interno della mandorla iridescente circondato da tanti angioletti e dai quattro evangelisti raffigurati nelle loro forme simboliche, figure umane dotate di grandi ali e, sopra il capo, il loro simbolo tradizionale. Ai lati stanno i profeti Geremia e Isaia, alcuni affreschi votivi di S. Antonio abate; in basso S. Sebastiano, S. Agnese e S. Brigida. All’interno del tempio si trova anche una statua lignea che rappresenta il Santo contraddistinto dai suoi simboli iconografici: una gamba scoperta e piagata per indicare che fu anche lui colpito dalla peste e in seguito guarito, il bordone del viandante con appesa la zucca per contenere l'acqua, la conchiglia simbolo del pellegrinaggio a Santiago di Compostela che fanno riferimento alla sua vocazione di pellegrino e il cane fedele che lo saziava con una pagnotta quando ammalato si era ritirato in un bosco. Dal poggio antistante si gode un magnifico panorama di Colico e del lago. Ogni anno, il 16 agosto, si svolge nei pressi della chiesetta la popolare sagra di San Rocco.

(tratto da Brochure "Colico Outdoor")

Chiesa di San Rocco


Indicazioni stradali